il popolodelblues

Recensioni

Popa Chubby – Two Dogs

9 gennaio 2018 by Stefano Tognoni in Dischi, Recensioni


Ted Horowitz, nato a New York nel 1960, con il nome d’arte di Popa Chubby è da oltre 25 anni uno dei chitarristi, vocalist e autori rock/blues più apprezzati e considerati. Il suo esordio discografico è avvenuto nel 1991, con It’s Chubby Time, e da allora ha pubblicato, se i conti non ci ingannano, una trentina di album, live compresi. Two Dogs, il suo ultimo, recentissimo cd, contiene undici tracce originali, e, come bonus tracks, due cover registrate dal vivo. Le celeberrime Sympathy For The Devil, dei Rolling Stones (Jagger/Richards), e Hallelujah di Leonard Cohen. Two Dogs centra il bersaglio fin dal primo ascolto. Popa Chubby, a conferma delle sue doti di autore, ha composto dei brani che spaziano sapientemente non solo nel rock/blues, ma anche nel soul e R&B, grazie alla sezione fiati presente in una parte delle tracce, con l’aggiunta di Wound Up Getting High, una ballad con chitarra acustica e piano, ricca di pathos, e Cayophus Dupree e Chubby’s Boogie, strumentali, dove Popa Chubby può dare libero sfogo alla sua esuberanza chitarristica, comunque sempre ricca di “anima”. Il suo stile alla chitarra elettrica, pur ispirandosi a grandi nomi come Jimi Hendrix, Buddy Guy, Muddy Waters e Willie Dixon, riesce ad essere personale e ricco di dinamiche. Popa Chubby si conferma un valido polistrumentista, va ricordato che iniziò la sua carriera musicale come batterista heavy metal, prima di passare al blues. Oltre a tutte le chitarre e voce solista, sono sue, in ogni brano, le percussioni, e, in alcuni, basso e batteria. Vanno doverosamente menzionati gli altri validi musicisti che hanno contribuito all’ottima riuscita del progetto. Dave Keyes alle tastiere (nomen omen !), Sam Bryant alla batteria e Andy Paladino al basso. Le parti della sezione fiati, sono state composte da Tipitina Horowitz, talentuosa figlia di Ted, presente anche come trombettista e affiancata dal sax di Andrew Garrison. Le due bonus tracks, con la sezione ritmica formata dai fratelli Andrea, alla batteria, e Francesco Beccaro al basso, sono un gradevole cameo finale, a chiusura di un cd che ci sentiamo di consigliare a tutti gli appassionati del genere proposto.

Stefano Tognoni

 

Tracce

It’s Alright

Rescue Me

Preexisting Conditions

Sam Lay’s Pistol

Two Dogs

Dirty Old Blues

Shakedown

Wound Up Getting High

Cayophus Dupree

Me Won’t Back Down

Chubby’s Boogie

BONUS TRACKS:

Sympathy For The Devil (Live)

Hallelujah (Live)

Tagged , ,

Related Posts