il popolodelblues

Recensioni

Nicola Lotto – Si comincia così

16 dicembre 2020 by pdb in Dischi, Recensioni

(Vrec music label-Audioglobe)
Pagina Facebook Nicola Lotto

Nicola Lotto è un cantautore padovano che da anni porta in giro spettacoli che uniscono musica e poesia, canzoni e letture, dei veri e propri reading teatrali, molto affascinanti. Finalmente è uscito il suo primo disco solista ” Si incomincia così” , un Ep di sei brani, arrangiato con il suo trio PDMA composto da Lotto (voce e chitarre), Riccardo Bortolaso (violoncello) e Sabrina Cantiero (violino) che fonde cantautorato e musica elettronica. Apre l’Ep ” Una luce” (“Hai mai pensato alla tua esistenza come un mistero da non decifrare, non vuoi abitare più la notte tra un lampo, un tuono, il temporale, hai mai pensato che sono un parasogno, che ti sto in giro e intanto non ingombro e non mi devi dedicare le canzoni, canterò io) ben sostenuto dal pianoforte e dall’arpeggio di chitarra, la voce avvolgente e corposa di Lotto si interseca con quella più acida e tagliente di Edda, una bella ritmica di chitarra e un’esplosione di archi per la successiva “Un cantante” ( “Tra le poderose note di chitarra, con la voce che si accende nelle vene, tra i capelli che si imbiancano e si spezzano, melodie tese, secche come neve che viene giù, basta un solo applauso per lenire una vita di incertezze e un sogno incline, ha il suo ripensamento verso mode meno oscure, batte il piede a terra, inciampa su un fa, macina gli accordi e certo paura non ne ha, libera la rabbia spara, mira, spera, è un cantante senza spada, è un cantante senza bandiera”) è una dichiarazione d’amore al proprio mestiere, compresa la citazione di Piero Ciampi, l’anima teatrale di Lotto esce in ” Nelle vene” (“Devi sapere di vodka e non di miele, devi sapere di fuoco e non di latte, devi avere un battito forte che ti sconvolga le vene, devi giocare al massacro con paura e gelosia, devi credere soprattutto nelle forme di poesia e glorificare il sangue, la vita, la notte, l’amore è tutto ciò che conta, è tutto ciò che importa”) un brano recitato tratto da ” Una saison en enfer” di Arthur Rimbaud che musicalmente cresce in maniera quasi ossessiva intrecciando chitarra e archi, un arpeggio di chitarra sempre armonizzato dal violoncello per ” Incombe” ( “Il rumore, il rumore si alzerà e po invaderà le strade, il colore, il colore cambierà e ci riempirà le mani, viene qui, viene qui dall’infinito c’è già stato ed è partito tempo fa”), ancora le parole forti di Rimbaud per “La felicità” (“E io no ho dimenticato nessuno, nessuno dei sofismi della pazzia, potrei anzi ridirli tutti ne possiedo il sistema, la mia salute fu in pericolo, sopraggiungeva il terrore, ero stato dannato dall’arcobaleno, la felicità era il mio destino, il mio rimorso, il mio tarlo”) con sonorità più rock con chitarre elettriche, slide e sempre gli archi in primo piano, la voce è ancora teatrale, quasi salmodiale. In chiusura la versione strumentale di ” Una luce” (il brano iniziale) vestita di elegante bellezza. Un Ep interessante caratterizzato da una buona scrittura, da ottimi riferimenti culturali e soprattutto dagli arrangiamenti impeccabili e sempre così ricchi di colori e suggestioni. Aspettiamo con ansia un disco completo, tutto di inediti, per ammirare ancora di più le ottime qualità di Nicola Lotto.

Marco Sonaglia

 

Tracklist

Una luce (Feat. Edda)

Un cantante

Nelle vene

Incombe

La felicità

Una luce ( senza voce)

Tagged ,

Related Posts