il popolodelblues

Recensioni

Musica Nuda – Girotondo De André

5 ottobre 2022 by pdb in Dischi, Recensioni

Fonè records / Ird
https://www.facebook.com/MusicaNuda

Negli ultimi anni sono usciti parecchi omaggi a Fabrizio De André, segno di un grande interesse verso uno dei maggiori cantautori italiani.
A sorpresa la Fonè records ha deciso di pubblicare “Girotondo-De André” dei Musica Nuda, il duo formato da Petra Magoni alla voce e Ferruccio Spinetti al contrabbasso. Si tratta di un concerto live registrato in presa diretta al Museo Paggio di Pontedera il 10 settembre 2021. Una scelta interessante sia nella selezione delle canzoni che ovviamente negli arrangiamenti. Il disco si apre con due canzoni tratte dal capolavoro “Anime Salve” scritto con Ivano Fossati e uscito nel 1996 : “Ho visto Nina volare” e “Disamistade”. Da subito si capisce la grande capacità interpretativa del duo, che riesce a sperimentare nuove sonorità. Si prosegue con la “Canzone dell’amore perduto” in una versione molto delicata. Si omaggia anche George Brassens con “Il gorilla” che diventa ancora più ironica e pungente dell’originale, con i continui cambi di tonalità e un vestito quasi country e “Morire per delle idee” trasformata in un’incisivo blues con i virtuosismi di voce e contrabbasso.
“Primo Intermezzo e Secondo Intermezzo” tratti da “Tutti morimmo a stento” (1968) si colorano di un rock trascinante grazie al contrabbasso suonato con l’archetto. Viene ripescata “La nova gelosia”, una canzone popolare napoletana della seconda metà del 700 che De André incise nel disco “Le nuvole” del 1991. Per l’occasione Ferruccio Spinetti passa alla chitarra classica per accompagnare il canto intenso ed emozionante della Magoni. “Girotondo” è una bossa nova con un cantato jazz, sempre sostenuta dalla chitarra. In chiusura troviamo “Preghiera in gennaio/Inverno” che diventano quasi un’unica canzone, anche qui è incredibile come sono riusciti a dare una ventata di rinnovamento. Un bellissimo omaggio che dimostra la raffinata classe del duo. Petra Magoni ha una voce che può cantare di tutto, così eclettica, precisa, cristallina, attenta alla giusta dizione e Ferruccio Spinetti con il contrabbasso crea una tavolozza di colori sempre efficaci e avvolgenti. Un piccolo gioiello, un disco necessario.

 

Marco Sonaglia

 

 

Tracklist

 

 

Ho visto Nina volare

Disamistade

Canzone dell’amore perduto

Il gorilla

Morire per delle idee

Primo Intermezzo e Secondo Intermezzo

La nova gelosia

Girotondo

Preghiera in gennaio/Inverno