il popolodelblues

Recensioni

Ottobre rosso – La testa in fondo al pozzo

30 dicembre 2022 by pdb in Dischi, Recensioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SorryMom!-Artist First
https://www.facebook.com/ottobrerossoband

Ottobre rosso è una band formatasi nel 2020 e composta da Steve Balocco (Basso), Alessandro Fabro (Voce), Domenico “Meko” Borra (Chitarra), Pier Colla (Tastiere) e Giorgio Quaglia (Batteria). “La testa in fondo al pozzo” è il loro primo disco di inediti, con otto tracce composte da Steve Balocco e la produzione artistica di Riccardo Parravicini. In apertura troviamo la travolgente “Nel vuoto” (“Abbracciami nel vuoto di un bacio di cristallo e fammi scivolare giù, un’onda d’assenzio”) con i synth e gli arpeggi di chitarra elettrica. “Quello che resta” è caratterizzata da un riff di tastiere, invece  “L’assedio” (“E votano le nuove destre, levano in alto dure proteste, pronti a spezzare il sistema, al guinzaglio di una catena”) è una critica sociale scandita da un basso pulsante. Richiami pop con cori e ritornelli facili si trovano in “Mentre piove” (“Le nuvole basse che sfiorano il mare, il porto e la luce di un giorno di pioggia, le scarpe bagnate, i giorni che passano e aspetto l’estate”) e “Indenne”. Si torna a ritmi più trascinanti con “Il vortice di Anna” e tastiere in primo piano in “Bianco Avorio” (“Occhi colorati di nero, scrutano distanti e cammino abbracciato alla morte che ride, le luci si riflettono sul grigio dell’asfalto e implorano la pioggia che silenziosa cade”). “Un gioco di ombre” è una bonus track costruita sulla musica di Winston Tong , il cantante dei Tuxedomoon. Chiude il disco “Inverno” (“E resto qui, nel vento che sa di te, quei pensieri che affogano un pò nei tombini della città e resto qui con i segni del tempo a metà, disegnati sulle strade tra i palazzi di Torino resto appeso e aspetto”) un’intensa e malinconica power-ballad. La voce calda e profonda di Alessandro Fabro avvolge bene i testi diretti sopra a sonorità in bilico tra rock aggressivo e momenti più melodici e delicati. Un felice esordio che ci fa ben sperare per il futuro di questa interessante band.

Marco Sonaglia

 

Tracklist

 

Nel vuoto

Quello che resta

L’assedio

Mentre piove

Indenne

Il vortice di Anna

Bianco Avorio

Un gioco di ombre ( Bonus Track )

Inverno

 

 

 

Tagged ,

Related Posts