il popolodelblues

Collaboratori

Michele Manzotti – direttore
Musicologo e giornalista. Lavora a La Nazione. Ha scritto saggi e libri di argomento musicale e prodotto dischi per Il Popolo del Blues. www.michelemanzotti.it

Giulia Nuti – vice direttore 
Diplomata in viola al Conservatorio G.B.Martini di Bologna, collabora e ha collaborato con vari progetti musicali. Suona viola e tastiere negli Underfloor. Giornalista pubblicista dal 2004, ha collaborato con il mensile Rosso Fiorentino e con quello di Slow Food editore, con JAM e l’Ambasciata Teatrale. Scrive per Il Mucchio e Classic Rock. Laureata in Comunicazione Strategica all’Università di Firenze, si occupa di uffici stampa in campo culturale (oltre al Popolo del Blues, associazione A.Gi.Mus. Firenze).

Giorgio Petri - webmaster
Grafico e quasi (quando?) architetto. Vive e lavora a Massa Marittima nel suo studio di graphic design (www.petribros.com). Da sempre appassionato di musica è stato uno degli organizzatori del FolkBluesFestival di Massa Marittima dove ha conosciuto Ernesto de Pascale, in seguito è nata la collaborazione che ha dato vita al Popolo del Blues on line e del quale è il webmaster.

Fabrizio Berti
Da anni si interessa di musica afroamericana. Suona l’armonica nella Chicago Blue Revue e collabora al programma Il Popolo del Blues dai microfoni di Controradio

Giovanni de Liguori
Vive in provincia di Napoli dove lavora come avvocato civilista. Cresciuto musicalmente grazie alle notti passate ascoltando Rai Stereonotte ha via via sviluppato una irrefrenabile passione per la musica ed i viaggi (Capo Nord, Isole Svalbard, Patagonia, Terra del Fuoco, Perù, Bolivia e più volte gli Stati Uniti).
 Una volta smessi gli abiti di scena, passa il tempo ascoltando musica e studiando sempre più improbabili itinerari di viaggio. Appassionato di blues e di musica afroamericana è da sempre alla ricerca di luoghi e posti che siano in grado di evocare le care vecchie good vibrations (Memphis, San Francisco, New Orleans e la tanto amata New York City). giovannideliguori@yahoo.it

Francesco Gazzara
È un compositore per il cinema e la TV. Ha collaborato con i registi Ferrara, Comencini, Del Monte, Archibugi, Muci, Panici, Molino, ha pubblicato album con i progetti Gazzara, The Piano Room, Hammond Express e scritto jingle pubblicitari. Laureato in Etnomusicologia a “La Sapienza” di Roma, ha seguito i corsi di Composizione Sperimentale e Musica Elettronica al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, di Musica da Film con il M° Nascimbene e il M° Savina e ha conseguito il diploma in “Music Production and Sound Engineering” presso il Media Production Services di Londra. Tra le colonne sonore si segnalano “Donne di Mafia” (regia G. Ferrara), “Segretario Particolare” (regia N. Molino), “Siamo Tutti Vecchi” (regia F. Muci), Gazzara ha scritto brani inclusi nelle colonne sonore di “Controvento” (regia P. Del Monte) e “Bianco E Nero” (regia C. Comencini). Parallelamente all’attività musicale ha pubblicato i libri “Acid Jazz”, “Mods: La Rivolta dello Stile” (Castelvecchi), “Lounge Music” (Odoya) ed è stato redattore della testata “Rockstar.



Luca Lupoli
Vive e lavora all’estero dal 1987.  Ha cominciato a interessarsi al Blues nel 1973.  Alla fine degl’anni 70, ha lavorato per alcune radio private presentando programmi di musica Blues e ha fondato, insieme ad altri appassionati fiorentini, un gruppo musicale che é sopravvissuto fino al 1985.

Rinaldo Prandoni
di carattere riservato e poco incline alle luci della ribalta, chitarrista e cantautore, firma negli anni ’60 i testi in italiano di alcune celebri canzoni di quel decennio prima di intraprendere una carriera di successo nel campo dell’editoria musicale, di cui è uno dei massimi esperti. Questo è il suo primo impegno giornalistico e coincide con la sua intenzione di riprendere l’attività di musicista. 

Pietro Rubino
Romano d’origine (ma felicemente trapiantato a Firenze) è laureato in psicologia ed esperto di risorse umane. Appassionato di musica da sempre, ha una particolare predilezione per il blues, il folk e la psichedelia (a quest’ultima lo lega anche uno spiccato amore per la fantascienza). Ha curato per qualche tempo insieme ad altri loschi figuri “Blues Night Shout”, una trasmissione radio dedicata al blues. Suona la chitarra nella Shame Blues Band e nello Swing Guitar Project, convinto che il segreto della felicità stia tutto in uno swing ben portato. 

Stefano Tognoni
Tecnico Software/Hardware per vivere. Per nutrire l’anima usa la musica a 360°. Dal 1989 suona semiprofessionalmente la chitarra in gruppi di vario genere (rock, blues, beat, disco anni ’70) e da alcuni anni suona regolarmente con i Saturday Night Riders (Rock anni ’70/’80, rock/blues) e gli Smalltown (country/rock, west coast). Per molti anni ha collaborato come webmaster con il cantautore Massimo Priviero, che continua a seguire in modo più discontinuo. Nel 1995/96 ha collaborato con la rivista Futura Music. Dal 1996 fa parte della redazione dell’Isola che non c’era e nel 2012 ha iniziato la collaborazione con Il Popolo del Blues.

LE FIRME DEL POPOLO DEL BLUES NEL TEMPO

Salvatore Esposito
Giornalista pubblicista, da un decennio collabora con il magazine JAM e con www.ilpopolodelblues.com. Nel 2003 ha dato vita a www.rockinfreeworld.135.it, sito italiano dedicato a Crosby, Stills, Nash & Young e in parallelo ha collaborato con www.maggiesfarm.it. Ha curato per Editori Rinuiti due volumi della collana Legends, quello dedicato a Bob Dylan con Michele Murino e quello su Crosby, Stills & Nash con Stefano Frollano. Sempre per Editori Riuniti ha collaborato al volume Francesco De Gregori – Quarant’anni di Canzoni di Giammaria Monti. E’ co-autore del volume “Ricci I Tuoi Capelli” dedicato alle Cantrici di Cannole, edito da Kurumuny e curato da Luigi Chiriatti. Dal 2007 è nelle giurie del prestigioso Premio Nazionale Città di Loano, per la musica popolare italiana, del Premio PIMPI e del Premio Viarengo. Si è occupato a lungo di musica roots e folk collaborando con il magazine FolkBullettin, e dal 2010 ha dato vita a www.blogfoolk.com, magazine-online dedicato alla musica folk in Italia, e di cui è direttore editoriale.

Lucilla Fossi
Laureata in DAMS all’Università di Lettere e Filosofia di Firenze, è cresciuta con la passione per la musica. Studia canto e tecniche vocali dall’età di 15 anni, interessandosi particolarmente al genere blues e al gospel. Collabora e si esibisce in vari progetti musicali. Si avvicina al giornalismo musicale iniziando a scrivere recensioni per il Popolo Del Blues.

Stefano Loria
si è laureato in Lettere presso l’ateneo fiorentino con una tesi dedicata ai racconti di Arturo Loria. È stato uno degli organizzatori delle manifestazioni di “Ottovolante”, associazione che allestiva a Firenze un festival annuale di poesia, letteratura e filosofia, invitando autori italiani e stranieri a tenere conferenze e letture pubbliche. Ha collaborato – scrivendo articoli dedicati alla letteratura e all’arte contemporanea – con vari giornali e riviste tra cui “l’Unità” e “Tema Celeste”. Attualmente scrive recensioni di arte per il quotidiano “City Firenze”.

Alessandro Mannozzi
Pratica gli studi radiofonici dal 1976 e nel 1982 è stato uno dei fondatori della trasmissione radiofonica “Rai Stereonotte” curata da Pierluigi Tabasso che ha condotto fino al 1995. Ha anche lavorato per il network Italia Radio come coordinatore della parte musicale, curando inoltre la realizzazione editoriale della collana di videocassette “I grandi concerti del Rock”, pubblicata da Italia Radio in collaborazione con L’Unità. Ha lavorato per il cinema come musical supervisor a “Parenti Serpenti” e “Cari fottutissimi amici” di Mario Monicelli. Attualmente conduce la parte musicale di “Baobab di Notte” su Rai Radiouno, lavora come musical supervisor al nuovo film di Michele Placido in fase di realizzazione e come speaker televisivo.

Jacopo Meille
Musicista e giornalista freelance. Nato e cresciuto musicalmente a Firenze, scrive per le riviste Classix! e JAM e collabora con alcuni siti di informazione musicale (Musicalnews, Rocklab). Si divide fra Italia e Inghilterra fra molteplici collaborazioni musicali che hanno portato nel corso degli anni a vedere pubblicati alcuni dischi.
www.myspace.com/jacopomeille

Matteo Vannacci
Laureato in Relazioni Internazionali all’Università di Firenze; le sue grandi passioni accademiche sono le relazioni tra demografia e fenomeni sociali e i sistemi elettorali. Il primo amore resta tuttavia la musica e dal 2006 collabora, dietro input di Ernesto De Pascale, con la redazione del Popolo del Blues. Innamorato ai limiti dell’idolatria di Dylan, Springsteen, Knopfler e Strummer è alla continua ricerca di un nuovo artista da aggiungere a questo ideale pantheon. Il suo blog è handful-of-rain.tumblr.com

Alessandro Alajmo
Elisabetta Beneforti
Dimitri Berti
Enrico Bianda
Lorenzo Davani
Laura Tabegna
Antonio Vivaldi