il popolodelblues

Recensioni

Giulio Casale – Bootleg #3

8 settembre 2020 by pdb in Dischi, Recensioni

(Vrec / Audioglobe)
www.giuliocasale.com

Giulio Casale  è un animale teatrale e il palco lo vive in maniera forte, con passione sfrenata, tanto che è uscito il suo bootleg numero tre, con la tiratura di sole 300 copie.Un live denso registrato tra Roma, Milano, Marostica e Firenze, tra il gennaio e il dicembre del 2019 con il prezioso contributo musicale di Alessandro Grazian, Emanuele Alosi e Nicola Alesini. Casale ci porta in un viaggio di 12 tracce che inizia con la bellissima “Cosa sono le nuvole?” presa in prestito da Pasolini e Modugno e che si chiude con “Resto io” del suo repertorio. In mezzo troviamo un omaggio a Claudio Lolli con “Incubo numero zero” tratta da quel capolavoro di disco che è ” Disoccupate le strade dai sogni” del 1977, uno a David Sylvian con “The golden way” e uno a Italo Calvino con il recitato da “Le città invisibili” e la musica di Nicola Alesini. Naturalmente non mancano brani significativi della sua carriera come ” Tutto cadeva” , “Sono corpo”, “Apritemi” , “Ammirarti infinita” ed altri più teatrali come “Un minuto”, “Soltanto un video” e “Un giorno storico”. Nonostante sia solo un live audio, Casale riesce ad affascinare l’ascoltatore con la sua voce calda, avvolgente, evocativa, dimostrando di essere il degno erede del teatro canzone di Luporini e Gaber, aggiungendo però quelle suggestioni sonore sporche, claustrofobiche, elettriche che donano allo spettacolo un tocco di modernità. A questo punto non ci resta che aspettare il quarto bootleg ed andare di corsa a teatro, per vedere questo personaggio così unico ed eclettico nel panorama musicale italiano.

Marco Sonaglia

 

Tracce

Cosa sono le nuvole?

Tutto cadeva

Sono corpo

Incubo numero zero

Apritemi

Un minuto

Ammirarti infinita

Un giorno storico

Soltanto un video

The golden way

Le città imvisibili

Resto io

Tagged ,

Related Posts