il popolodelblues

Recensioni

Tommy Castro – A Bluesman Came To Town: A Blues Odyssey

1 novembre 2021 by pdb in Dischi, Recensioni

(Alligator/ Ird)
www.alligatorrecords.com

Alcune corrispondenze potrebbero farlo pensare, ma scartiamo subito un luogo comune, questo non è il disco della maturità di Tommy Castro. Non lo è perché man mano che la sua carriera si riempiva di dischi, ad oggi una dozzina circa, ha già avuto modo di dimostrare una completezza artistica. Però il disco più ambizioso forse sì, ad iniziare dal titolo, che testimonia una sorta di odissea di un giovane contadino di provincia che impara a suonare la chitarra e vuole diventare un bluesman, raccontata attraverso tredici tracce. Poi ci sono le rinomate partecipazioni volute da Castro, Tom Hambridge uno dei più cercati produttori/autori, è anche batterista, Kid Andersen noto chitarrista, compositore, proprietario degli studi Greaseland, qui nelle vesti di ingegnere del suono, i musicisti Kevin McKendree tastiere, Rob McNelly chitarra, Jimmy Hall armonica e Terrie Odabi voce. Infine il disco ha ancora la spinta della storica etichetta discografica, Alligator. Tommy Castro è uno degli alfieri musicali più in vista, dunque tralasciamo di tornare su i suoi titolati trascorsi fra riconoscimenti vari, collaborazioni, ecc, ecc, per evidenziare un suo valore, quello di non concentrare tutta la sua dottrina solo sulla tecnica chitarristica, ma usando la chitarra elettrica anche come connessione di una stimolante mescolanza di inclinazioni stilistiche, blues, soul, r&b, rock & roll, che in alcune zone del disco ci ricordano il grande Delbert McClinton. Il blues marca le prime tre tracce, Somewhere, solido passo dialogante fra la chitarra e l’armonica, Bluesman Came To Town, dove è la chitarra di Castro la principale artefice, Child Don’t Go, ottimo momento che accomuna parti profane di blues, a intuiti sacri per il duetto vocale fra Tommy Castro e Terrie Odabi. La ballata elettrica You To Hold On To è solo una calma apparente, prima di essere trascinati col funky e fiati al seguito di Hustle, col cadenzato blues, I Got Burned e con un imprescindibile blues lento, Blues Prisoner, con la complicità del piano acustico! Un altro momento topico del disco. Se, Woman Drugs And Alcohol è legittimamente un passo blues pesante per la tematica dolorosa, la dipendenza da sostanze distruttive, I Want To Go Back Home ha tutti i colori vividi della soul music, prima di un bruciante blues, Bring It Back. Da applausi la conclusione, Tommy Castro riprende la prima traccia, Somewhere, ma in solitaria con la chitarra acustica suonata slide, come a sottintendere che il giovane bluesman dell’odissea del disco, ipoteticamente arrivato in città, non dimentica le sue radici rurali, magari quelle della zona dello Stato del Mississippi chiamata Delta, dove la sua e… nostra musica, ha avuto inizio.

Silvano Brambilla

 

Tracce

Somewhere

Bluesman Came To Town

Child Don’t Go

You To Hold On To

Hustle

I Got Burned

Blues Prisoner

I Caught A Break

Women, Drugs And Alcohol

Draw The Line

I Want To Go Back Home

Bring It Back

Somewhere (Reprise)

Tagged ,

Related Posts